OGNI SOLE HA LA SUA OMBRA | SPUNTI SUI GRUPPI ONLINE E IN PRESENZA

INTRO

RACCONTARE STORIE IN GRUPPO NEI SOCIAL NETWORK
La settimana dedicata all’arcano numero XV sta per terminare. Prima di introdurre la Maison Dieu – Casa Dio e non Casa di Dio, ci ricorda Alejandro Jodorowsky – vorrei che il Diavolo e la Temperanza parlassero un po’, uscissero a cena, si ritagliassero una carta di tempo da trascorrere insieme. Il #sociodrammanarrativo nel gruppo Jodorowsky Italia su Facebook va avanti piano e chi va lento va sano e contento, vero? Venite amiche e amici, scrivete con noi aforismi, versi, piccoli racconti. Ci vediamo qui: https://www.facebook.com/groups/jodorowsky.napoli.2012

RIFLESSIONE

OGNI COSA, ANCHE IL SOLE, HA LA SUA OMBRA: NON SI STA MALE QUANDO SI LAVORA AL FRESCO…

Sabato 19 giugno ci siamo ritrovati al PAV – Parco d’Arte Vivente di Torino per un evento in modalità blended, ovvero online e contemporaneamente in presenza. L’unione degli opposti modi per stare in gruppo, per fare Psicodramma e, per quel che riguarda la sottoscritta, Tarotdramma, è stata messa in atto.

Che cosa mi è venuto in mente? Il Sole dei Tarocchi, da me portato in luce per un breve lavoro di immaginazione attiva nella danza di conduzioni a staffetta, mi ha illuminata, mentre quello vero che splendeva indefesso su nel cielo ci faceva abbrustolire. L’immagine che ha preso corpo nella mia psiche mentre visualizzavo l’intreccio di gruppi nello schermo del telefonino è stata il simbolo dell’infinito, l’otto rovesciato che unisce i due cerchi – quello che se ne stava lì sotto gli alberi a Torino e quello dentro la rete. A pensarci bene, però, connessi a distanza c’erano almeno tre gruppi:

  • i singoli partecipanti, giunti all’incontro da vari luoghi in Italia
  • la Comunità Terapeutica Casa dei Giovani a Bagheria (PA) con il collega Psicodrammatista Leonardo Seidita
  • la Comunità della stessa Casa a Mazara del Vallo (TP)

Dunque i cerchi, con noi conduttrici e partecipanti in azione al PAV… erano quattro.

Se poi andiamo a considerare tutti i gruppi interni presenti, le connessioni del nostro RESPIRO hanno sviluppato molti petali, a dire il vero, perché i ragazzi delle due Comunità hanno portato in Sicilia il Sole degli arcani maggiori e quello di una coralità condivisa, tra viriditas e piante da ascoltare, tesori sepolti, movimento leggero tra anima e corpo; a noi torinesi i siciliani hanno dato il Sole che splendeva laggiù, il canto degli uccellini che ci arrivava attraverso gli strumenti tecnologici ma anche il Sol Niger del loro percorso. E così via: noi, a Torino, abbiamo tracciato ulteriori narrazioni. Mio figlio e il figlio della mia collega Annamaria Frammartino si sono messi a giocare fuori dal cerchio, sul finire dei lavori. Li abbiamo sentiti condividere il titolo del loro divertimento congiunto: “Andiamo a cercare l’amico Ombra“.

Grazie al Sole, davvero, per non essere unilaterale.

Per vedere qualche scatto de “RESPIRO | CONNESSIONI” – L’IO E L’ALTRO SPECIAL 2020: https://www.facebook.com/lioelaltro

Valeria Bianchi Mian

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...