STORIA (2000-2021)

Collaborazioni:

1996-2004 – In collaborazione con la Dott.ssa Monica Burato, Psicoterapeuta della Gestalt, ho avviato i primi gruppi di Psicodramma e Tarocchi, privilegiando le tecniche di warming up e dedicando spazio alle narrazioni corali. A Torino, nella libreria LEGOLIBRI, nota per essere (all’epoca) il punto di riferimento degli addetti ai lavori ‘psi’, nel 2000 spuntano i primi gruppi di TAROTDRAMMA, e da lì in poi hanno preso vita e forza anche privatamente. Per alcuni mesi ci siamo dedicate agli Psicoaperitivi, ideati da Monica, durante i quali si svolgevano anche momenti dedicati agli arcani maggiori e minori per incontri creativi e vivaci.

In quegli anni ho aperto l’intreccio anche con le tecniche espressive. Insieme a Laura Guidetto, arte-terapeuta, abbiamo condotto laboratori c/o Art Therapy Italia. Nel frattempo, cominciavo a scrivere di Tarocchi, a dedicarmi alla meditazione con le immagini archetipiche anche a partire dalla mia Tesi di Laurea sull’alchimia ‘al femminile’ – L’androgino femmina, 1998, con Gian Piero Quaglino nel ruolo di relatore. Nella Tesi non mancano i riferimenti ai Tarots come mediatori, strumenti di confine, breccia per la creatività.

2004-2013 – Collaborazioni si intersecano, laboratori crescono. Nasce il blog Le Hermae – ora disattivato, ma si trovano ancora alcuni articoli del 2012 nello spazio web. Arcane storie è un percorso che accoglie le narrazioni dei partecipanti in trame corali. Si parte da alcune carte per attraversare mondi. Nei gruppi si costruiscono carte, si dà voce a Matti e Imperatori, Angeli e animali bizzarri.

I riferimenti storici di Giordano Berti e Andrea Vitali mi appassionano: mi addentro con curiosità tra le pagine dei saggi curati dai due maggiori esperti italiani in materia di Tarocchi e simbologia legata a tematiche a me care.

Gruppi di Psicodramma e Tarocchi nelle scuole private, nei corsi di Formazione sulle Soft Skills.

Tra le collaborazioni, non posso dimenticare quella con Elena Bruno, Psicoterapeuta e Psicodrammatista come me, collega con la quale ho condiviso anni di lavoro in una Cooperativa per il trattamento delle tossicodipendenze. Insieme, nelle librerie torinesi e in studio, abbiamo condotto gruppi e laboratori utilizzando i Tarocchi e lo Psicodramma.

Con Marianna Massimello, filosofa, traduttrice di molti saggi e opere psicanalitiche, tra le quali diversi scritti di Carl Gustav Jung (Mysterium coniunctionis, Il Libro Rosso e altri) comincio a condividere spunti, riflessioni e idee. Marianna ha praticato Psicodramma e Tarocchi dal 2008 al 2011 presso il centro Ansuz, un percorso collegato al tema della cabala, tenuto da Antonino Maiorana ed Emanuele Moccarelli.

2013-2019 – Si infittisce la rete: con la burattinaia e insegnante di Mindfulness, la creativa Marta Indra di Giulio, nasce Il Piccolo Teatro delle Carte, un momento onirico-poetico che interseca il Teatro d’Oggetti all’improvvisazione poetica. Con marionette, bambole e pietre, legnetti e tessuti, con parole che vibrano nell’aria e gesti congiunti, io e Marta diamo vita a uno spettacolo per spettatori unici o per coppie.

La Cavallerizza (ir)Reale è sede operativa della proposta, che si sposta e abita poi altri contesti – gallerie d’arte, studi privati, feste.

2020-in poi – Esce per Miraggi Edizioni la silloge poetica Vit(amor)te Poesie per arcani maggiori. Una raccolta di versi e illustrazioni: 44 poesie per 22 carte dipinte da me. La prefazione è di Giordano Berti – sua è la foto di copertina di questo sito.

Con Marta Indra Di Giulio, percorsi teatrali online: utilizziamo i Tarocchi in molti modi, per lavori sul sogno e sulle immagini archetipiche.

Presso la Libreria Trebisonda di Torino, incontri mensili L’Arcano sul Divano: momenti di gruppo per giochi narrativi, poetici e sketches teatrali.

All’interno della Rassegna di Psicodramma e Sociodramma L’Io e l’Altro, curata da me, da Leonardo Seidita e da Annamaria Frammartino, nascono momenti di attivazione con le carte dei Tarocchi e Sociodrammi a tema: Tarotdramma ha ormai assunto la sua forma attuale, un insieme di tecniche che presto diventeranno un saggio con tutte le informazioni relative al metodo che è cresciuto da ieri a oggi.

Con Silvia Rosa, che è con me curatrice di Medicamenta – lingua di donna e altre scritture, si struttura il filo poetico che è nato nel tempo: creare versi diventa un ricamo di carte, una scritturacura delicata di tracce biografiche nel gruppo in presenza e online: è una bella e continuativa esperienza di TAROT POETRY.

Su Oubliette Magazine prende vita la rubrica La casa dei Tarocchi: ogni mese trovate un nuovo articolo che unisce arte e immagini, poesie e storie arcane.

Su Jodorowsky Italia, gruppo Facebook, sono entrata come moderatrice nel gruppo CDA e lì curo le rubriche di Sociodramma Narrativo e Riflessioni sulle tematiche care al grande regista, fumettista, psicomago… insomma, al genio che abita in un uomo che ha dato ai Tarots la dignità di strumenti per conoscere se stessi. Da junghiana, cercando di coniugare alcuni elementi della psicologia analitica e dell’approccio hillmaniano ai giochi tarologici di Jodorowsky, non smetto di esplorare il paesaggio, sempre in viaggio…

dal Matto al Mondo

e ripartenza.

I corsi del mese, invece, li trovate tutti sulle Pagine dedicate alle attività.

ATTIVI:

IN PARTENZA:

Dott.ssa Valeria Bianchi MianTAROTDRAMMA®tarotdramma.comtarotdramma@gmail.com